menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba il blocchetto delle ricette al medico per potersi drogare

Un 28enne svedese era entrato in possesso di un libretto di ricevute "bianche" ma già timbrate. È stato denunciato per ricettazione

Spacciava da casa sua, ma non droghe illegali: le ricette mediche, a quanto pare, erano molto più redditizie. I carabinieri della stazione di Mirano hanno infatti “pizzicato” un 28enne di origini svedesi, ma domiciliato temporaneamente a Marano di Mira, in possesso di 76 ricette mediche, oggetto di furto ad un medico di base con lo studio nel centro di Mirano.

LA VICENDA - Tutto è partito da una denuncia di una conoscente per due prelievi fatti con un bancomat che le era stato sottratto. Molti indizi hanno subito portato al giovane svedese ed è quindi scattata la perquisizione domiciliareGrande lo stupore dei carabinieri quando scoprono nascoste in un cassetto della camera da letto delle ricette “in bianco” timbrate da un medico della zona, il quale a sua volta viene a scoprire solo dopo la chiamata dei militari che un intero formulario di ricette manca all’appello. Dopo la denuncia presentata del professionista, è scattata quindi la segnalazione all’autorità giudiziaria per ricettazione nei confronti del cittadino straniero, fino ad ora incensurato.

Delle 76 ricette, 72 erano ancora bianche mentre quattro erano già state compilate con il nome di un farmaco ("Oxycontin") che produce effetti simili a quelli dell'eroina. Lo svedese era infatti un consumatore abituale di sostanze stupefacenti, e pare proprio che i soldi prelevati gli servissero per acquistare droga o medicinali. E' stato denunciato anche per utilizzo fraudolento di carta di credito. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento