menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiata con cinghie e bastoni e costretta a subire rapporti sessuali: chiesti 9 anni

A processo marito violento: la richiesta della procura. I maltrattamenti davanti ai figli

Una convivenza durata dieci anni, poi il matrimonio e i figli. Sono stati insieme vent'anni, al termine dei quali lei lo ha denunciato. I maltrattamenti che N.M., 48enne marocchino riservava all'ormai ex compagna E.P., anche di fronte ai bambini, sono stati pesanti, tanto da mandarla all'ospedale. Violenze fisiche, anche sessuali, vessazioni per le quali è finito a processo. E mercoledì mattina il pm Massimo Michelozzi ha chiesto nei confronti dell'uomo una condanna a nove anni di reclusione. L'udienza è stata rinviata per le repliche e la sentenza.

I fatti si sono consumati a Chioggia e risalgono al 2014. N.M. è accusato di aver offeso più volte la moglie, anche in presenza dei due figli che all'epoca avevano 5 e 17 anni, e di averla picchiata anche con cinghie, bastoni, suppellettili e scarpe da lavoro. Infine, per l'accusa l'avrebbe costretta ad avere rapporti sessuali a tutte le ore del giorno e della notte, più volte al giorno, spesso percuotendola in caso lei si rifiutasse. In altre occasioni le avrebbe detto «devo ammazzarti», colpendola con schiaffi al volto e pugni e costringendola a subire atti sessuali. La donna si è costituita parte civile e ha chiesto un risarcimento di mezzo milione di euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento