rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Meolo

Tragedia alla Solfatara: le richieste di condanna

Chiesti complessivamente 33 anni di reclusione per le persone al vertice della società che gestiva il sito. Inoltre la confisca dell'area e una pesante sanzione

I sostituti procuratori Anna Frasca e Giuliana Giuliano, del tribunale di Napoli, hanno formulato le richieste di condanna nel processo sulla tragedia della Solfatara di Pozzuoli, in cui sono sotto accusa le persone al vertice della società che gestiva il sito in cui avvenne l'incidente: hanno proposto sei anni di reclusione per Giorgio Angarano, 72 anni, legale rappresentante della "Vulcano Solfatara srl", e 5 anni e 4 mesi per i suoi cinque soci: Maria Angarano, 74 anni, Maria Di Salvo, 70 anni, l'omonima di quest'ultima Maria Di Salvo, 40 anni, Annarita Letizia, 70 anni e Francesco Di Salvo, 44 anni.

L'accusa ha anche chiesto la condanna della Vulcano Solfatara srl alla pena pecuniaria di 172mila euro e, infine, la confisca dell'area sequestrata. Nell'incidente, avvenuto il 12 settembre 2017 nel noto sito naturalistico in provincia di Napoli, persero la vita tre persone: padre, madre e figlio, residenti a Meolo. L'unico a salvarsi fu l'altro figlio, il più piccolo, di 7 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia alla Solfatara: le richieste di condanna

VeneziaToday è in caricamento