menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ennesimi episodi violenti, il sindaco di Jesolo torna a chiedere il presidio fisso

Il primo cittadino, Valerio Zoggia, invia una lettera ufficiale a ministro dell'Interno, prefetto e questore per chiedere la presenza fissa di forze dell'ordine nella zona di piazza Mazzini

Dopo gli ennesimi episodi di violenza in zona piazza Mazzini a Jesolo, il sindaco della località balneare Valerio Zoggia, fresco di rinnovo del mandato, torna a chiedere al ministero dell'Interno, a prefetto e a questore la presenza di un presidio fisso delle forze dell'ordine nel tratto tra la piazza principale della città e piazza Aurora. Dalle 22 alle 6.

La richiesta è stata inserita in un documento ufficiale inviato per conoscenza anche ai responsabili della sicurezza del litorale: "Questi spiacevoli episodi derivano dal fiorente mercato di stupefacenti che si è ormai radicato in zona - scrive il primo cittadino - un presidio potrebbe rappresentare un valido supporto e potrebbe riportare a un regime tollerabile la situazione, aumentando la percezione di sicurezza e ponendosi come base per un pronto intervento in caso di azioni crminali".

Nella lettera, appunto, si fa cenno dell'aggressione che hanno subito nella notte di sabato due agenti di polizia locale, rimasti feriti nel tentativo di sedare un principio di rissa in piazza Mazzini. Si rispedisce al mittente anche l'idea di rendere pedonale per tutto l'arco della giornata via Bafile: "Una proposta irricevibile - sottolinea Zoggia - sia per questioni economiche, sia commerciali. Si ritiene importante contnuare con i lavori del tavolo tecnico, elaborando fattibili soluzioni al problema sicurezza pubblica, senza però danneggiare l'economia cittadina che si concentra in pochi mesi dell'anno". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento