Cronaca

Il Comune ricorre contro l'annullamento del Decentrato: "Tornano i progetti speciali"

La misura provvisoria è stata decisa durante la riunione di giunta di martedì. L'assessore al Personale, Romor: "Noi siamo aperti al contraddittorio con le organizzazioni sindacali"

Ricorso del Comune avverso la decisione del giudice di annullare il contratto decentrato firmato dalla sola Cisl. Questo è stato deciso durante la riunione di martedì della giunta comunale, su proposta dell'assessore al Personale, Paolo Romor. L'amministrazione ha dato mandato alla delegazione di parte pubblica di provvedere alla sottoscrizione dell'atto unilaterale con cui si disciplinano provvisoriamente, in via d'urgenza, le materie oggetto della contrattazone decentrata. Come atto dovuto, è stata incaricata anche l'avvocatura civica di impugnare il provvedimento del giudice, presentando ricorso. Nella speranza, secondo il punto di vista di Ca' Farsetti, che il contratto decentrato annullato possa essere giudicato in maniera più approfondita.  

“L'impianto normativo ed economico resta invariato. Torneranno, sempre in via provvisoria, anche i “progetti speciali” - sottolinea l'assessore Romor - Con l'ordinaria organizzazione del lavoro e con l'attuale organico, infatti, non risulta possibile nell'immediato far fronte a tutte le esigenze dell'amministrazione, in particolare quelle legate alle sicurezza della città, che nei prossimi 30 giorni, oltre alla crescente pressione turistica, sarà sede anche di importanti eventi, dal Festival Show all'appuntamento per Miss Italia, dalla Mostra del Cinema alla Regata Storica. Questa delibera serva a garantire la continuità dei servizi ai cittadini e alle imprese e l’organizzazione del lavoro finalizzata al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalle linee di mandato dell'amministrazione, prevedendo un sistema premiale della professionalità dei dipendenti basato sulla meritocrazia ed il riconoscimento dell'impegno di ciascuno. Voglio sottolineare – conclude l'assessore – che si tratta di un atto assunto in via provvisoria, sul quale siamo aperti al contraddittorio con le organizzazioni sindacali per ricercare una condivisione".

Non si sono fatte attendere le rezioni dei sindacati: "Apprendiamo della gravissima decisione dell'amministrazione comunale di Venezia di assumere unilateralmente il Contratto decentrato appena annullato dal Giudice del Lavoro e frutto di condotta antisindacale - tuona il Diccap - La realtà supera di gran lunga la fantasia e soprattutto questa amministrazione dimostra ancora una volta insofferenza alle regole e di digerire poco pure le sentenze dei Tribunali. Con questo passo intollerabile l'amministrazione ha di fatto stracciato nuovamente le relazioni sindacali e messo un veto sulla contrattazione che invece il giudice ha ordinato di riavviare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune ricorre contro l'annullamento del Decentrato: "Tornano i progetti speciali"

VeneziaToday è in caricamento