Ubriaco, si schiantò da 8 metri cadendo dal terrazzo. I medici gli ricostruiscono il volto

Il 22enne giapponese che nei giorni scorsi finì a terra in un albergo di Marghera è stato operato all'Angelo. Ricostruiti mascella, zigomo e orbita oculare. Ora può tornare a casa

Ubriaco, era caduto da 8 metri di altezza nel pieno di una nottata alcolica con altri amici in un albergo di Marghera. Ora i medici gli restituiscono un volto "nuovo", visto che il 22enne giapponese aveva riportato traumi soprattutto all'altezza dello zigomo e della mascella: accolto dal pronto soccorso dell’Angelo di Mestre, il turista è stato nei giorni successivi sottoposto a un delicato intervento al volto nella reparto di Chirurgia Maxillo-Facciale guidato dal dottor Michele Franzinelli.

“Il giovane – spiega il medico – è stato per certi aspetti fortunato, poiché dalla caduta non ha riportato la lesione di organi vitali, né fratture importanti. Ai traumi diffusi, inevitabili in una caduta del genere, si è sommata però un importante ed esteso trauma al viso. E’ stato quindi sottoposto ad intervento chirurgico di riduzione e contenzione delle fratture a carico del massiccio facciale”.

InterventoGiapponese2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervento è stato eseguito dall'equipe di Chirurgia Maxillo-Facciale. Impegnati il dottor Daniele Ferro e il dottor Alessandro Lobbio. “Si è proceduto dapprima – spiegano gli specialisti – alla riduzione delle fratture e alla ricostruzione dell'osso mascellare, oltre che di tutta la zona dello zigomo. Dopodiché si è ricostruita anche la cavità orbitaria, recuperando e riposizionando i frammenti ossei dislocati nel seno mascellare in conseguenza all'elevata intensità del trauma riportato”. Sono stati impiegati materiali riassorbibili che consentiranno al giovane un ritorno alla normale funzionalità in tempi molto brevi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento