rotate-mobile
Cronaca Campolongo Maggiore

Pochi giorni al rientro del connazionale di Campolongo Maggiore

Denis Marin tornerà in Italia con un volo diretto Erbil-Venezia il 22 maggio assieme ad altri connazionali fra cui un 40enne della provincia di Udine

Il rientro del connazionale Denis Marin di Campolongo Maggiore da Erbil, nel Kurdistan iracheno, dove si trova da gennaio, non sarà domani 5 maggio ma il 22. A confermarlo è l'europarlamentare Paolo Borchia che ha tenuto fino a poco fa i contatti con l'ambasciatore Pasquino in Iraq. Nelle ultime ore si era cercato di capire se a bordo del primo volo disponibile, quello di martedì appunto, della Quatar Airways verso Doha, ci fosse disponibilità per tutti e 13 i connazionali che avevano manifestato interesse a partire. Sarebbero atterrati a Doha, in Quatar, in condizioni sicure, ripartendo da lì verso Roma.

La scelta

Successivamente, quando è emersa la disponibilità di un altro volo diretto, Erbil-Venezia, il 22 maggio, Marin e un connazionale quarantenne della provincia di Udine che si trova assieme a lui, hanno optato per questa seconda possibilità, nonostante quella ormai confermata del 5 maggio, secondo gli accordi intercorsi durante le relazioni diplomatiche. «Le condizioni di salute sono buone - conferma Borchia - Mi sono sentito via messaggio con Marin per accertarmi che fosse tutto a posto. La disponibilità ad attendere qualche giorno in più per approfittare della riapertura dello spazio aereo, con la fine del Ramadan, e del collegamento diretto, fanno pensare a una situazione tutto sommato sostenibile e questo rassicura. Attendiamo il loro rientro a casa: ciò che ci sta a cuore».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pochi giorni al rientro del connazionale di Campolongo Maggiore

VeneziaToday è in caricamento