menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti ovunque, Veritas si difende: "A Venezia numero di cestini è ok"

L'azienda replica dopo le polemiche per i portarifiuti traboccanti: "Ce ne sono un migliaio, il rapporto con il numero di cittadini è buono"

“Nel centro storico di Venezia ci sono un migliaio di cestini portarifiuti, un quarto di questi si trova nel sestiere di San Marco e un centinaio nell’area marciana”. Così risponde Veritas alle polemiche nate nei giorni scorsi per i cestini straripanti e i sacchi dell’immondizia lasciati abbandonati su strade e calli. Molti veneziani hanno storto il naso vedendo quei cestini traboccanti e i rifiuti appoggiati per terra, ma l’azienda non ci sta ad essere accusata di servizio scadente.

“A Venezia il rapporto tra cestini e numero di residenti è di 1:54, uno dei più alti tra le grandi città turistiche europee. A Londra, infatti, il rapporto è 1 ogni 184 residenti, a Berlino 1:158, a Vienna 1:106, a Parigi 1:76, a Barcellona 1:63 e a Madrid 1 ogni 50” fa sapere Veritas riferendosi ai dati del 2013. “In tutta la città i sacchi dei cestini vengono cambiati tutte le mattine, a partire dalle 6, dai netturbini che poi raccolgono i rifiuti. Dalle 13 alle 19, 15 addetti si occupano di questo servizio nelle aree maggiormente frequentate dai turisti – prosegue la nota ufficiale -. A partire da questa estate, inoltre, dalle 20 all’1 quattro persone, con il supporto di 3 barche, svuotano i cestini lungo la direttrice Stazione ferroviaria–Strada Nuova–Mercerie–Riva degli Schiavoni”.

Veritas fa infine sapere che Campo Santa Margherita viene lavato una volta a settimana, mentre complessivamente ogni giorno vengono raccolti dai cestini da 45 a 60 metri cubi di rifiuti. C’è da tener presente che spesso i cestini sono pieni di sacchetti con i rifiuti di casa di residenti o turisti in affitto, che utilizzano impropriamente i contenitori come cassonetti per i propri rifiuti domestici – conclude Veritas -. Aumentare la frequenza di svuotamento dei cestini provocherebbe una crescita dei costi, che ovviamente ricadrebbero sulla collettività”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento