Riflettere sui confini : "Differenze culturali e bisogni educativi speciali”

Un momento  di studio e riflessione per  approfondire la conoscenza di un fenomeno migratorio,quello degli alunni stranieri con Bisogni Educativi Speciali per fornire un’immagine più nitida possibile della condizione degli alunni stranieri con BES in Italia.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Anteprima

L’Aula Mario Baratto , una delle sale più belle dell’Università Ca’ Foscari con vista unica che offre sul Canal Grande, nel punto che gode della panoramica più ampia, è resa ancor più notevole dalla superba interpretazione che Carlo Scarpa diede della prolifera gotica in occasione del suo restauro della sala,ospiterà prossimamente l’importante Evento internazionale  con un tema molto attuale e complesso . La complessità  è data dalle difficoltà che i alunni  stranieri con BES pongono a una scuola in molti casi ancora incapace di accoglienza e priva di professionalità specifiche.

Un momento  di studio e riflessione per  approfondire la conoscenza di un fenomeno migratorio,quello degli alunni stranieri con Bisogni Educativi Speciali per fornire un’immagine più nitida possibile della condizione degli alunni stranieri con BES in Italia. L’Evento  “Alunni stranieri con bisogni educativi speciali”, organizzato dal Master sull’Immigrazione, Fenomeni migratori e trasformazioni sociali del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Assieme ai docenti Universitari nazionali ed internazionali, rappresentanti di enti territoriali ,

rappresentanti del Terzo settore nazionale,oltre insegnanti ,operatori e genitori si cercherà ad approfondire una realtà poco studiata e di trovare delle possibili risposte che sappiano conciliare l’accoglienza con l’inclusione sociale.

Parteciperanno al Evento  protagonisti del mondo accademico provenienti dalla Gran Bretagna,Italia ed  Romania  . 

La giornata si è aperta con i saluti istituzionali, introdotti Il Direttore del Master sull’Immigrazione dell’Università Ca’Foscari di  Venezia il prof. Pietro Basso il quale aprirà la giornata di lavoro .

La docente di Pedagogia e didattica dei Bisogni Educativi Speciali presso Università Ca’Foscari Ivana Padoan farà un breve intervento sui  modelli e le prassi interculturali nei contesti sociali .Di seguito il prof. Fiorino Tessaro ,professore di Pedagogia della Disabilità  Ca’Foscari  interverrà con la tematica  “ I Bisogni Educativi Speciali degli alunni stranieri .Le opportunità educative  per lo sviluppo delle persone e delle comunità “ .Gli ospiti del mondo academico prof. Ion Dafinoiu ,decano di Facoltà di Psicologia dell’Università “Ioan Cuza” di Iasi(Romania) tratterà l’argomento delle differente prospettive sugli alunni stranieri con Disabilità . La Presidente dell’Immigrazione Inclusive Centre di Venezia la dott.ssa Viorica Iachimovschi con una valutazione oggettiva e critica cercherà  di mettere a fuoco “l’essere straniero “ ed “essere con Bisogni Educativi Speciali” ,inoltre portare alla conoscenza la crescita del fenomeno e l’oscurità di tale fenomeno trattando la situazione italiana .La prima parte si concluderà con l’intervento significativo della prof. Julie Dockrell della London University College .Il suo  intervento si focalizza  sulle  problematiche associate al disturbo della lettura: per una metodologia della valutazione iniziale e degli esiti degli interventi sugli alunni stranieri con Bisogni Educativi Speciali .

“L’uomo è persona,vale a dire valore in sé e per sé, portatore di valori ,in qualsiasi età e in qualsiasi stato psicofisico “

Torna su
VeneziaToday è in caricamento