rotate-mobile
Cronaca Zelarino

Rifornivano di eroina la Cipressina e la Castellana, due pusher in manette

B.F., 36enne, e B.Y., 26enne, entrambi di origine tunisina e domiciliati a Mestre martedì sera sono stati arrestati all'altezza del Lidl sul Terraglio. Sequestati 61 grammi di droga divisa in dosi

Rifornivano di eroina gli spacciatori della zona tra la Cipressina e la Castellana. Un giro ingente, tantevvero che i carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Mestre hanno sequestrato 61 grammi dello stupefacente pronti per essere venduti. In manette martedì sera sono finiti due cittadini di origine tunisina, B.F., 36enne, e B.Y., 26enne, entrambi domiciliati nel mestrino.

Le indagini sono scattate qualche giorno fa, quando le forze dell'ordine individuano il giro di spaccio, presupponendo che venisse gestito da due soggetti del posto. Anche la "fonte" di approvvigionamento avrebbe dovuto essere "locale". Dopo aver "sondato" il territorio, i militari sono riusciti a risalire gli anelli della catena di spaccio fino ad arrivare al "piano superiore".

Il blitz martedì sera all'altezza del centro commerciale Lidl sul Terraglio, mentre i due stavano cercando di allontanarsi in automobile dopo aver incontrato un cliente. Visibilmente nervosa, la coppia è stata incastrata dalle perquisizioni domiciliari messe in atto: all'interno della camera da letto di uno dei due, a vista, è stato rinvenuto un portamonete con all'interno 56 involucri in cellophane termosaldati pronti per essere ceduti. Sotto sequestro anche del denaro contante, evidentemente provento dell'attività illecita, e materiale per confezionare le dosi.


Al termine delle operazioni, B.F. e B.Y sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifornivano di eroina la Cipressina e la Castellana, due pusher in manette

VeneziaToday è in caricamento