menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Assemblea in Fincantieri

Assemblea in Fincantieri

Rinnovo del Ccnl in Fincantieri, Palombella Uil: «Lo sfruttamento è intollerabile»

Il nuovo contratto di settore presentato a Marghera mentre è emerso lo sfruttamento dei lavoratori dell’appalto e subappalto. Il sindacalista: «Giusta determinazione dell'azienda per il rispetto dei diritti e della dignità». A Venezia 1.400 lavoratori diretti e dai 3.000 ai 4.000 in fase di costruzione delle navi. In preparazione 2 crociere

Il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro (Ccnl) dei metalmeccanici, firmato due mesi fa, è arrivato mentre in Fincantieri a Porto Marghera è emersa l'inchiesta sullo sfruttamento di addetti stranieri da parte di alcune ditte in appalto e subappalto. Buste paga a forfait, elusione delle regole, delle malattie, dei permessi, dei diritti elementari del lavoro. Quasi un centinaio le persone ricattate dietro minaccia della perdita del posto o del permesso di soggiorno, secondo il gip Andrea Battistuzzi. In azienda a Marghera oggi, mercoledì 7 aprile, c'è il segretario generale Rocco Palombella della Uilm, categoria dei metalmeccanici Uil, che ha iniziato un tour di assemblee e incontri in tutta Italia in vista del referendum dei lavoratori sul contratto previsto dal 13 al 15 aprile 2021. «Il Ccnl arriva in un momento difficile - ha commentato - ora prende il via la discussione del contratto integrativo per affrontare le sfide future».

«Lo sfruttamento e il ricatto dei lavoratori dell’appalto e subappalto scoperto dalla magistratura nel sito di Porto Marghera è intollerabile - ha affermato il segretario nazionale - La fermezza di Fincantieri ha permesso di far venire alla luce questi fatti inaccettabili dimostrando ancora una volta la determinazione per il rispetto dei diritti e della dignità dei lavoratori».

L'assemblea per la Uil riveste un significato particolare. «Perché si tiente in uno stabilimento storico, un'eccellenza del Paese, leader nel settore della cantieristica e crocieristica, che può rappresentare un traino fondamentale per la ripartenza del settore metalmeccanico, gravemente colpito dalla pandemia». Attualmente a Marghera sono in costruzioni due navi da crociera: la Holland american line Rotterdam, da 99 mila tonnellate, in consegna a fine luglio prossimo e la Ncl Norvegian Cruise Line che è una nave prototipo da 140 mila tonnellate, in consegna a fine luglio 2022. Entrambe le unità sono state costruite con attenzione all’efficienza energetica e alla minimizzazione dell’impatto ambientale. Nel sito veneto, che quest’anno ha compiuto cento anni, sono presenti 1.400 lavoratori diretti mentre gli indiretti variano dai tremila ai quattromila a seconda della fase di costruzione delle navi. «Il contratto deve essere un’iniezione di fiducia che ci deve proiettare già nel dopo Covid - ha proseguito Palombella - impegnati in prima linea a risollevare le sorti dell’industria italiana».

I punti salienti del rinnovo contrattuale sono: l’aumento medio salariale di 112 euro nel periodo 2021-giugno 2024, la modifica dell’inquadramento professionale dopo circa 50 anni (risalente al 1973), il rafforzamento della formazione professionale, della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, del welfare e sanità integrativi e l’adozione di misure specifiche per le donne vittime di violenza. «Il carico di lavoro di Fincantieri traguarda il 2029 con 116 navi in portafoglio - ha aggiunto il leader dei metalmeccanici della Uil - qui a Marghera ci sono circa 1.100 lavoratori diretti che beneficeranno del rinnovo del contratto dei metalmeccanici che ha incrementato i salari del 6,2% sui minimi e rinnovato l’inquadramento, ma che ha anche rafforzato altri temi indispensabili come formazione, sicurezza, lavoratori fragili, donne, partecipazione. Ora ci sono anche tutte le condizioni per rinnovare il contratto integrativo».


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento