rotate-mobile
Cronaca Cannaregio / Sant'Alvise, 3170

La diretta sui social network dello sfratto si conclude con un rinvio a settembre

Venessia.com, lunedì mattina, ha documentato in streaming il provvedimento ai danni di un pensionato 65enne, per testimoniare il dramma residenziale vissuto da molti veneziani

Finita locazione. Questa la ragione per cui nella mattinata di lunedì un pensionato veneziano di 65 anni, Maurizio Poli, doveva essere sfrattato dalla sua abitazione al 3170 di Sant’Alvise. Ma così non è stato, con alcune associazioni che si sono messe di traverso per impedire all’uomo e alla coniuge di ritrovarsi in mezzo a una strada. Tra queste Venessia.com, che ha trasmesso sin dalle prime ore della mattina una diretta social, con l'obiettivo di testimoniare il dramma residenziale vissuto a Venezia dai veneziani.

L'associazione si è presentata di prima mattina davanti alla porta di casa del pensionato, per attendere l'arrivo dell'ufficiale giudiziario. Solo attorno alle 13 il funzionario si è presentato, notificando il rinvio del provvedimento a settembre. L'ennesima ingiunzione ai danni dei residenti lagunari, dunque, è stata scongiurata. In attesa del prossimo round.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La diretta sui social network dello sfratto si conclude con un rinvio a settembre

VeneziaToday è in caricamento