rotate-mobile
Cronaca Giudecca / Giudecca, 93

Campo Marte, l'annuncio Ater: «Termineremo quello che è stato iniziato»

Da domani, lunedì, riprendono gli interventi rimasti in sospeso sugli appartamenti. Nordio: «Storia travagliata iniziata quarant'anni anni fa». Cronoprogramma di 7-8 mesi per l'ultimazione della piazza e dei 25 alloggi

Ripresa dei lavori a Campo Marte alla Giudecca: Ater riparte domani, lunedì 19 settembre, con gli interventi rimasti in sospeso sugli appartamenti. «Termineremo quello che è stato iniziato», annuncia il presidente dell’Ater di Venezia, Fabio Nordio, riferendosi alle case Ater di Alvaro Siza. 

«Quella di campo Marte è una storia travagliata iniziata circa quarant'anni anni fa: è un importante traguardo che abbiamo raggiunto grazie alla perseveranza e all’impegno di questi mesi. Come tutti ricordano, le precedenti ditte si erano fermate per problemi economici e fallimenti. Bisognava poi fare i conti con l’emergenza sanitaria, la crisi economica e l’aumento dei costi delle materie prime, tutti fattori che hanno complicato la situazione», ricorda Nordio. Il presidente spiega di essere riuscito a individuare all’interno del consorzio Innova (che si era aggiudicato l’appalto per svolgere i lavori), alcune imprese in grado di concludere il progetto. Il cronoprogramma prevede ora circa 7/8 mesi di lavori per ultimare gli alloggi dell’Ater che mancano all’appello.

L’intervento edilizio prosegue quindi il vasto progetto di riqualificazione architettonica e urbanistica dell’aera iniziato nel 1983 quando l’allora Iacp, d’intesa con il Comune di Venezia, si decise di abbattere un consistente numero di vecchi edifici abitati e di dar vita a un nuovo complesso edilizio, ordinato e organico. Lo scopo era quello di arrivare a un risultato degno dell'unicità della città di Venezia e del particolare sito, a ridosso della chiesa delle Zitelle e del bacino di San Marco, in un’isola destinata a interventi strutturali data la presenza di varie aree industriali dismesse. «È nell’intenzione di questa amministrazione - conclude il presidente -, in collaborazione con la Regione Veneto, reperire i fondi per poter dar corso all’ultimazione della piazza davanti agli edifici di Campo Marte, terminando anche i restanti 25 alloggi progettati da Raffael Moneo, l’architetto premiato con il leone d’oro alla carriera proprio nel maggio di quest’anno». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo Marte, l'annuncio Ater: «Termineremo quello che è stato iniziato»

VeneziaToday è in caricamento