menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaschette, riqualificazione bloccata da sette nidi di rondine

Gli uccelli, come ricorda un esposto della Lipu in Comune, non possono essere disturbati, ma intanto le palazzine diventano il rifugio dei criminali

Se è vero che una rondine non fa primavera, sette nidi possono invece bloccare l'estate dei lavori a Marghera. L'intervento di riqualifica dell'area delle Vaschette è infatti congelato. Il motivo? Sette nidi di rondini in due delle palazzine da abbattere. Grazie alla legge italiana per la tutela della fauna selvatica le “case estive” delle rondini sono assolutamente intoccabili fino allo svernamento degli uccelli, come ha fatto notare la Lega Italiana Protezione Uccelli (Lipu) di Venezia, con un esposto al Comune.

LUGLIO O SETTEMBRE – La data di inizio lavori era prevista per il 10 luglio, ma le rondini non lasceranno i loro nidi prima di settembre. Intanto però, come riporta il Gazzettino, nel progetto di riqualificazione sono stati investiti sei milioni di euro e il problema delle Vaschette rimane: bande criminali, spacciatori e prostitute si contendono gli spazi delle palazzine abbandonate, incuranti di porte e finestre sbarrate e murate. Ora il Comune, attraverso Avvocatura e Prefettura, sta cercando di far valere la logica dell'emergenza, adducendo motivazioni di ordine pubblico, ma la legge sulla protezione animali è blindatissima. Il vicesindaco Sandro Simionato e l'assessore all'Ambiente Gianfranco Bettin stanno seguendo da vicino gli sviluppi del caso, ma resta difficile capire se davvero si potranno azionare le ruspe prima di settembre. Gli ambientalisti, del resto, hanno le loro ragioni. E soprattutto la legge dalla loro parte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento