Un'altra protesta studentesca. Replica la Città metropolitana: «In arrivo un nuovo impianto di riscaldamento»

L'ente ha comunicato di avere approvato lo stanziamento di 16,2 milioni per interventi di riqualificazione che «per troppi anni non sono stati eseguiti». Studenti in manifestazione il 7 febbraio

Facciata dell'Algarotti

Dopo la mobilitazione di mercoledì degli studenti all'Algarotti, che per protesta hanno abbandonato l'aula e si sono riversati in fondamenta, e l'assemblea di giovedì che ha visto la partecipazione di migliaia di ragazzi «per la mancanza di opportuni investimenti», interviene sul tema il consigliere delegato metropolitano Saverio Centenaro.

«La Città metropolitana ha inserito l’Istituto Algarotti e le sue sedi tra le scuole che hanno necessità di interventi di manutenzione – spiega Centenaro – A palazzo Testa sono stati eseguiti i rivestimenti murari delle aule. Sempre a palazzo Savorgnan in questi giorni si è concluso un intervento esteso all’aula magna con rifacimento di parte della copertura e la dipintura di tutta la sala: la prossima settimana è prevista l’installazione di un impianto di riscaldamento suppletivo. Questo ente, proprietario di tutti gli edifici scolastici sede delle scuole superiori della Provincia di Venezia, negli ultimi due anni ha investito 17 milioni di euro nella manutenzione ordinaria e straordinaria e, nel bilancio del 2020, ha già previsto e approvato lo stanziamento di ulteriori 16,2 milioni di euro, quasi quanto già investito negli ultimi due anni. Una risposta concreta alla necessità di interventi di riqualificazione che per troppi anni non sono stati eseguiti e che ora, grazie al bilancio risanato, si possono realizzare secondo le priorità e le esigenze che emergono».

Sempre a palazzo Savorgnan, sede storica dell’Algarotti, è stato eseguito il ripristino dei serramenti, dice la Città Metropolitana: «spifferi d’aria sono ancora possibili in quanto si tratta di strutture storiche. A breve si procederà, ancora a palazzo Savorgnan, alla sostituzione della rampa disabili in acciaio esterna danneggiata dalle ripetute maree e definitivamente compromessa dopo il 12 novembre scorso. Sono in fase di esecuzione interventi alle murature con la sostituzione di serramenti danneggiati e l’installazione di un sistema di paratie a difesa dell’alta marea con pompe adeguate per l’aspirazione dell’acqua.

La manifestazione

Intanto gli studenti hanno già annunciato la loro mobilitazione venerdì 7 febbraio: «Torneremo davanti all’Ufficio Scolastico Regionale stanchi di non essere considerati, con una manifestazione che vuole far tornare finalmente al centro dell’attenzione la situazione della scuole, degli studenti e delle studentesse. Non ci fermeremo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

WhatsApp Image 2020-01-31 at 18.30.36-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Tagli capelli autunno 2020: tutte le tendenze per corti, medi e lunghi

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

  • Fiori d'arancio in casa Panatta: Adriano sposa la sua Anna a Venezia

  • Incidente tra mezzi pesanti in A4, due persone ferite

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento