Cronaca

Risparmio postale, in provincia di Venezia i libretti sono 315.000

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Sfiorano quota 30 milioni i Libretti di Risparmio Postale sottoscritti dalle famiglie italiane, 315mila quelli attivi tra gli 850.000 abitanti della provincia di Venezia . Il risultato si spiega con l'economicità della formula, apprezzata in tempo di crisi: i libretti sono esenti da spese di apertura, gestione e chiusura e si possono aprire in uno dei 131 uffici postali veneziani; sono emessi da Cassa Depositi e Prestiti e quindi garantiti dallo Stato, restituiscono sempre il 100% del capitale investito e gli interessi maturati.

Per incentivare il risparmio delle nuove generazioni e assecondare le esigenze dei genitori previdenti sono disponibili tre tipi di libretto dedicati ai minori, che offrono un rendimento del 3,00% lordo e possono essere aperti con un versamento minimo di 10 euro. Possono essere intestati ad un solo minore e consentono una giacenza massima di 10mila euro.

Con "Io cresco", il Libretto di Risparmio destinato ai più piccoli fino a 12 anni, i versamenti possono essere effettuati dai genitori e da terzi in qualsiasi ufficio postale presentando il Libretto, mentre i prelievi possono essere effettuati esclusivamente dai genitori nell'ufficio postale di emissione. I bambini fino ai 12 anni non possono versare né prelevare senza un adulto.

Il libretto "Io conosco" (12-14 anni), permette ai minori di iniziare a movimentare autonomamente il denaro con versamenti e prelievi allo sportello, anche con una carta elettronica gratuita. I ragazzi possono prelevare fino a 25 euro al giorno e fino a 200 euro al mese e depositare fino a 200 euro al mese. I genitori congiuntamente possono effettuare versamenti e prelievi giornalieri entro il limite massimo consentito.

Il libretto "Io capisco" (dai 14 ai 18 anni), ha l'obiettivo di una progressiva gestione di somme di denaro più importanti da parte degli adolescenti. I minori possono prelevare fino a 40 euro al giorno e fino a 400 euro al mese e depositare fino a 400 euro al mese. Con l'abbinamento della carta elettronica "Carta Io" i prelievi possono essere fatti anche presso lo sportello automatico ATM. I versamenti possono essere effettuati anche da genitori e da terzi in qualsiasi ufficio postale, presentando allo sportello il Libretto del minore; inoltre i genitori, rivolgendosi all'ufficio postale in cui è stato aperto il Libretto di Risparmio, possono effettuare prelievi e verificare il saldo e le operazioni effettuate negli ultimi 15 mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risparmio postale, in provincia di Venezia i libretti sono 315.000

VeneziaToday è in caricamento