Furioso picchia madre e figlia al bar, minorenne grave all'ospedale

Una 17enne guarirà dopo 40 giorni dai traumi causati da un bicchiere spaccatole in faccia da un 40enne di San Donà. Per lui una denuncia

Si conoscevano da tempo, e non è escluso che anche in passato i rapporti tra i due siano a volte diventati molto focosi. Sabato sera, però, in un bar di via Brunacci a San Donà si è decisamente esagerato, con due donne, madre e figlia, che sono finite al pronto soccorso per farsi medicare dai traumi causati dalla furia di un 40enne del posto, andato completamente fuori controllo. A un certo punto, infatti, scatta la lite pare per futili motivi. Dalle parole e le minacce l'uomo, una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine in passato già fermato per guida in stato di ubriachezza e altri reati, è passato in un batter d'occhio ai fatti.

Alzando le mani sulle due sventurate, che hanno avuto la sfortuna di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. A un certo punto l'aggressore avrebbe anche colpito con un bicchiere la ragazzina di 17 anni che le stava di fronte. Le schegge di vetro l'avrebbero raggiunta al volto e all'altezza del collo. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri del nucleo operativo di San Donà, i quali hanno dovuto faticare per riportare la situazione alla normalità, visto che l'atmosfera si era decisamente surriscaldata.

Anche perché la minorenne avrebbe riportato delle conseguenze pesanti dopo la rissa: se la madre è stata dimessa dal pronto soccorso con una prognosi di dieci giorni, la giovane invece ne avrà per più di un mese per guarire dai postumi della serata di follia. Per l'aggressore è quindi scattata una denuncia a piede libero per rissa, che si va ad aggiungere alla lista di altri precedenti che caratterizzano il suo "curriculum".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Coronavirus, attenzione al massimo in Veneto. Zaia: «Pronti a misure drastiche»

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • La due volte premio Oscar Emma Thompson da oggi è residente a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento