menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un carro funebre (web)

Un carro funebre (web)

Parcheggiano il carro funebre davanti a casa loro, botte da orbi

La rissa in due tempi venerdì pomeriggio in viale Trieste a Marghera. Tre delle onoranze funebri e tre residenti alla fine sono stati denunciati

Il defunto a bordo si sarà "rivoltato nella tomba". Fatto sta che quel carro funebre di una ditta di viale Trieste a Marghera non è andato proprio giù a tre residenti di origini campane, i quali hanno deciso di farlo capire in maniera piuttosto netta ai titolari dell'agenzia.

Botte da orbi in due round venerdì pomeriggio, proprio in viale Trieste. Verso le 14.30, infatti, dopo che il carro funebre era stato parcheggiato, si sono accapigliati un lavoratore e un residente. E sono volate le prime parole grosse e i primi colpi proibiti. Tanto che entrambi poi sono andati al pronto soccorso per farsi refertare i traumi subiti. A far scattare la scintilla, pare, proprio il fatto che quel carro funebre venisse lasciato in sosta davanti all'abitazione dei "rivali".

Una prognosi di zero giorni per loro, ma serviva evidentemente una carta per dimostrare l'avvenuta colluttazione in fase di una possibile futura querela. Verso le 17.30, poi, si sono riaperte le ostilità. Una volante della questura di passaggio, infatti, si è accorta che sei persone se le stavano dando di santa ragione davanti a tutti. Per questo motivo è stato chiesto ancora l'appoggio del 118, che ha inviato sul posto un'ambulanza e anche l'auto medica. Di cui però non ci sarebbe stato bisogno.

Fatto sta che da quel parcheggio del carro funebre è stato scatenato un putiferio, destinato a prolungarsi fino alla serata. Per i sei partecipanti alla zuffa, infatti, è scattata una denuncia per rissa. Ma alcuni di loro avrebbero raggiunto anche il pronto soccorso dell'ospedale Dell'Angelo per farsi medicare dalle lievi ferite riportate nella zuffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento