Partita tra profughi finisce presto: un giocatore ferito con un coccio

La rissa verso le 19 di lunedì a Eraclea, a poca distanza dal residence "Magnolie". Il ferito è stato portato in pronto soccorso dai medici del 118

L'episodio non ha potuto far altro che causare un certo trambusto in una località balneare già nel mirino dei media da tempo, dopo l'arrivo di oltre duecento profughi nel residence "Magnolie" di Eraclea Mare. Fatto sta che a poche ore di distanza si sono verificati due casi sintomatici del fatto che il tasso di nervosismo si stia alzando anche tra gli stessi ospiti della struttura. Se durante la mattinata i residenti hanno assistito a una scazzottata tra due profughi per futili motivi, come l'accaparrarsi di alcuni mobili abbandonati lasciati dai cittadini a poca distanza dal residence, verso le 19 sono dovuti intervenire anche i sanitari del 118.

La solita partita di calcio che alcuni migranti disputano ogni tardo pomeriggio nel campo sportivo comunale, a poche centinaia di metri dal residence dove passano le giornate, stavolta si è conclusa ben prima del solito. A un certo punto, infatti, due giocatori si sono accapigliati l'uno con l'altro. Dalle parole in breve tempo si è passati alle mani, con uno dei litiganti che alla fine è stato ferito all'avambraccio con un coccio di bottiglia con ogni probabilità trovato nelle vicinanze del luogo delle "operazioni".

Inevitabile che la voce sia corsa incontrollata per mezzo paese, iingigantendosi di bocca in bocca. Tanto che alcune voci parlavano addirittura di un accoltellamento bello e buono. Niente di tutto ciò: il ferito è stato portato in ambulanza al pronto soccorso in codice verde, dove è stato dimesso subito dopo con una prognosi di pochi giorni. Il fatto che i traumi non superino i venti giorni di prognosi impedisce alle forze dell'ordine (della vicenda se ne stanno occupando i carabinieri) di procedere d'ufficio con una denuncia dell'aggressore. Una fortuna per lui, perché serve la fedina penale immacolata per continuare a garantirsi lo status di richiedente asilo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento