menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vuole andarsene senza pagare, trambusto in pizzeria: il titolare finisce all'ospedale

Parapiglia fra tre persone a San Polo, Venezia, martedì sera. Un cliente ha dato in escandescenze, una signora ha telefonato alla polizia. Lievi ferite per i coinvolti

Il cliente si agita, la situazione degenera e alla fine arriva la polizia. Succede martedì sera, in Rio Terà Secondo, nel sestiere di San Polo a Venezia: la segnalazione arriva alle 22.40 da parte di una signora di passaggio che chiama il 113 per avvertire di una rissa in atto fra tre persone in corrispondenza di una pizzeria al taglio.

Quando gli equipaggi delle volanti lagunari giungono nel locale pubblico la situazione si è tranquillizzata, e sul posto ci sono ancora due persone lievemente ferite che riportano la loro versione dei fatti: tutto sarebbe scaturito dal rifiuto di uno dei clienti, straniero, di pagare il conto dovuto alla pizzeria. Alle ovvie insistenze da parte del titolare, però, il cliente avrebbe risposto dando in escandescenze e passando poi alle maniere forti. Tra l'altro lo scalmanato avrebbe afferrato una bottiglia vuota a avrebbe colpito con forza il titolare su un braccio. In mezzo al parapiglia è finito anche un collaboratore del locale, a sua volta vittima dei colpi del cliente violento.

Dopodiché l'aggressore riesce a fuggire e a dileguarsi tra le calli nella notte. I due malcapitati riportano alcune contusioni - fortunatamente non gravi - e si recano al pronto soccorso per gli accertamenti medici del caso, mentre gli agenti, raccolte le testimonianze, li invitano a sporgere denuncia in commissariato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento