rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Cannaregio / Sestiere Cannaregio

«Rissa a colpi di pistola ai Tre Archi», l'allarme e la denuncia sui social

Attorno all'una di notte fra martedì e mercoledì i residenti hanno sentito spari e udito il fragore di una lite per strada che ha coinvolto una ventina di stranieri. Indagano i carabinieri

Una rissa e rumore di botti all'improvviso nella notte, come fossero spari. È successo poco prima dell'una fra martedì e mercoledì 22 maggio quando i residenti della zona Tre Archi, a Cannaregio in centro storico, hanno sentito il vociare di tante persone in strada e hanno poi avvertito alcuni spari dando subito l'allarme alle forze dell'ordine. Circa una ventina i coinvolti, probabilmente giovani africani stando alle prime indagini. Alcuni testimoni raccontano dei due colpi di pistola che li hanno fatti trasalire, hanno visto dai balconi almeno due gruppi contrapposti di stranieri che poi si sono allontanati. «Ad un certo punto sono corsi tutti via anche quello con la pistola in mano. C'era pure un cane. Ho visto e sentito tutto dalla finestra di casa mia. La polizia è arrivata dopo mezz'ora senza sirene, solo con le luci». 

«Ero fuori con il cane, ho sentito prima urlare e discutere molto forte da varie persone e poi un colpo, sembrava proprio un colpo di pistola, era all'altezza dei Tre Archi, dopo poco ho sentito varie sirene di polizia o carabinieri», un altro racconto. A indagare ora sono i carabinieri della compagnia di Venezia che intervenuti dopo la chiamata in centrale sono usciti in barca approdando lungo il canale, quando il gruppo si era dileguato. Dalle prime verifiche, quelli esplosi dovrebbero essere colpi sparati con una pistola a salve, una scacciacani. Non sono state trovate tracce di sangue a terra, né al momento risultano accessi al Pronto soccorso o richieste di assistenza per ferimenti d'arma da fuoco. In questo momento sono al vaglio le immagini di tutte le telecamere comunali e private che i militari stanno raccogliendo in zona. È probabile che le persone coinvolte siano giovani di origini africane.

Quando si sono uditi i due spari a chiamare la polizia hanno provveduto anche i bar aperti in fondamenta, preoccupati anche perché in lontananza di vedeva dal gruppo gente che in  mano aveva mazze e martelli. Fra la ventina di persone coinvolte c'era anche chi aveva un cane. All'arrivo dei carabinieri del nucleo natanti, sono stati fatti i primi sopralluoghi e nel tratto lungo il rio di Cannaregio da dove si sono uditi gli spari, i militari hanno recuperato dei bossoli. Per questo pare che l'arma usata sia stata una pistola a salve. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Rissa a colpi di pistola ai Tre Archi», l'allarme e la denuncia sui social

VeneziaToday è in caricamento