menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco fradicio, il locale si rifiuta di servirlo. Poi colpisce una passante alla Giudecca

I fatti all'esterno di un esercizio non distante dal carcere femminile. Un uomo di 30 anni avrebbe perso le staffe, poi si è passati dalle parole alle mani. Intervento dei carabinieri

Per calmare gli animi è stato necessario l'intervento dei carabinieri e pure dei sanitari del 118. Una lite violenta si è scatenata nella serata di mercoledì sull'isola della Giudecca, in corrispondenza di una trattoria situata vicino al carcere femminile. Secondo quanto ricostruito, un uomo già visibilmente ubriaco - tunisino di 30 anni - sarebbe andato su tutte le furie dopo essersi visto rifiutare la possibilità di ordinare nel locale in cui aveva messo piede.

I gestori, viste le sue condizioni, lo avrebbero invitato ad andarsene. Lui avrebbe reagito dapprima con improperi e minacce, poi alzando le mani. Le urla hanno attirato l'attenzione dei residenti, che si sono chiesti cosa stesse accadendo. Di più: il 30enne, fuori controllo, avrebbe all'improvviso colpito con un ceffone una donna che stava passando proprio in quel momento e che in un secondo momento ha chiesto una mano anche al personale del penitenziario.

A quel punto è scattato l'intervento delle forze dell'ordine e del 118. Sul posto si è portato un mezzo del nucleo natanti dei carabinieri, che ha riportato la calma tra i presenti. Possibile che altre persone siano state coinvolte nell'alterco, forse allontanatesi prima dell'arrivo degli uomini in divisa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento