menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Punzecchia" i passeggeri con una spilla: caos in vaporetto. Intervengono i carabinieri

Trambusto nella tarda mattinata di sabato all'imbarcadero della linea 1 di Rialto. Un 52enne di Marghera colpiva con l'ago le persone circostanti. Per lui scattano due denunce

Per qualche motivo che sa solo lui si è messo a importunare i passeggeri del vaporetto su cui si trovava. Li "punzecchiava" con l'ago di una spilla da balia divertendosi ad assistere alle loro reazioni infastidite. Solo che il suo comportamento non è andato a genio a qualche persona finita "nel mirino" e sull'imbarcazione Actv della linea 1 è scoppiato il parapiglia, tra urla, accuse e ressa. Un "mix" che ha indotto il comandante a chiedere l'intervento dei carabinieri, i quali hanno aspettato l'imbarcazione al pontile di Rialto della linea 1. 

Il vaporetto ha quindi arrestato la propria marcia in direzione San Marco e ha lasciato salire i militari a bordo. All'inizio interviene una pattuglia del Pronto intervento, in città in questi giorni "sensibili". Si trovavano a poca distanza, dunque in pochi minuti la questione è stata presa in mano dagli uomini in divisa. L'importunatore è stato fatto scendere, al pari dei cinque componenti di una famigliola di turisti residenti nel Vicentino che stava visitando la città. 

La mamma di tre ragazzini, infatti, era una dei passeggeri importunati, essendo stata raggiunta dalla spilla da balia poco sotto il ginocchio. Magari in maniera un po' più "penetrante" rispetto alle altre vittime. Fatto sta che l'importunatore, un 52enne di Marghera, non propriamente del tutto in sé, si è messo nei guai. Entrambi i protagonisti della vicenda sono stati portati nella caserma di San Zaccaria, per chiarire quanto accaduto.

Testimoni hanno raccontato di tre pattuglie dei carabinieri intervenute all'imbarcadero, le quali hanno perquisito lo zaino del 52enne. La spilla da balia è stata sequestrata, mentre l'uomo ha fatto resistenza nei confronti dei militari. Ha tentato di divincolarsi e di allontanarsi, ma si è rivelato tutto inutile. Per lui dunque una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e una per lesioni. La signora ferita ha infatti raggiunto il pronto soccorso per farsi refertare (aveva una ecchimosi nel punto dove era stata colpita), con tutta l'intenzione di sporgere querela nei confronti dell'aggressore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento