menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A sinistra uno dei contenitori trovati nel magazzino del ristorante

A sinistra uno dei contenitori trovati nel magazzino del ristorante

"Prodotto non tracciato e mal conservato", maxi sequestro al ristorante giapponese

Uomini della capitaneria di porto e dell'Ulss 12 al Mishi Mishi, all'interno dell'Auchan. Sequestrati 570 chili di prodotto ittico. I responsabili: "Si tratta di un problema tecnico"

Presunte irregolarità nelle modalità di conservazione del pesce, arrivano gli uomini della capitaneria di porto e finisce tutto sotto sequestro: circa 570 chili di "prodotti ittici, preparati e carni promiscue", come recita una nota della guardia costiera, sarebbe risultato non tracciato. È quanto accertato nel corso di un controllo a campione (in collaborazione con il personale del servizio veterinario e il Servizio di igiene alimenti e nutrizione dell'Ulss 12) operato al "Mishi Mishi", ristorante giapponese che si trova all'interno del centro commerciale Auchan di Mestre.

Alla titolare è stata applicata la sanzione prevista, di 15mila euro, mentre l'attività è stata sospesa in attesa che siano ripristinate le condizioni necessarie per poter operare nel rispetto delle norme igieniche e sanitarie. La nota della capitaneria parla di "ripristino delle condizioni igieniche minime". Interpellati, i responsabili del ristorante confutano parzialmente le irregolarità rilevate e parlano di "problemi tecnici" all'interno del magazzino, assicurando che comunque il tutto sarà risolto in breve tempo. Intanto il ristorante è chiuso da martedì mattina, dal momento in cui sono intervenuti gli uomini della capitaneria di porto.

"Abbiamo avuto un problema a una cappa, solo questo - dichiara uno dei responsabili, che nel primo pomeriggio di martedì si trovava nel locale assieme a un'altra responsabile - ripareremo il prima possibile". Secondo la capitaneria di porto - si legge nella nota - è stata invece rilevata la "totale assenza di informazioni sulla provenienza" del prodotto. L'intervento è stato eseguito dal nucleo ispettori pesca della guardia costiera di Venezia in collaborazione con il servizio veterinario dell'Ulss 12, e le loro pettorine non sono passate inosservate a quanti passavano davanti al locale a due passi da uno degli ingressi principali della galleria commerciale Auchan.

Raggiunto il ristorante di persona martedì per verificare la situazione, subito dopo le nostre domande uno dei due responsabili ha esposto un foglio con scritto: "Chiuso per problema tecnico". Ci è stato spiegato che non ci sarebbe stato nulla di irregolare. Dall'altra responsabile, una donna, ci è stata passata al telefono la commercialista dell'esercizio: "Mi dicono si sia trattato di un guasto nel magazzino - ha spiegato la professionista - poi pare che sia stato trovata una commistione di prodotti irregolare. Ma sono in corso accertamenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento