menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: il dottor Orlando con il suo staff di radiologia

Foto: il dottor Orlando con il suo staff di radiologia

Risultato storico per la Radiologia di Portogruaro: 1500 indagini in più dal 2016

Oltre le aspettative il bilancio degli esami svolti nel 2017. Aumentate Tac e risonanze magnetiche. Nel 2018 pronto un nuovo mammografo digitale con tomosintesi

Si chiude con un risultato oltre le aspettative il bilancio di fine anno della Radiologia di Portogruaro, che a fine 2017 conta 1500 indagini in più rispetto all'anno precedente, un aumento delle prestazioni del 35%. Il trend è guidato in particolare delle risonanze magnetiche dei vari organi e distretti corporei, impegnando l’apparecchiatura per dodici ore giornaliere. Per acconsentire all’utenza un servizio più flessibile e adeguato alle esigenze lavorative o familiari di tanti utenti, va infatti ricordato lo straordinario ampliamento dell’orario di attività per i radiologi, impegnati nel pomeriggio dei giorni feriali ma specialmente in orario notturno (dalle 20.00 alle 23.00) sia nei gironi prefestivi che festivi.

Le prestazioni

Nell’elenco  delle prestazioni in forte aumento anche le Tomografie Computerizzate (TAC), incrementate del 7% che significa l’esecuzione di circa 400 diagnostiche in più rispetto al 2016. "Tutto ciò ha portato la Radiologia di Portogruaro ad essere in linea con gli indicatori regionali che prevedono il rispetto degli indici di priorità di esecuzione delle prestazioni radiologiche molto prossimo al 100%, evidenziando il prezioso contributo che il servizio sanitario pubblico locale offre alla salute della popolazione", spiega il direttore dell’unità operativa, il dottor Paolo Orlando.

Non sono mancate nuove tipologie di indagini, come lo studio della patologia neoplastica della prostata mediante Risonanza Magnetica con tecnica “biparmetrica”, in collaborazione con l’Urologia, che ha acconsentito in molti casi di evitare le temute e fastidiose biopsie prostatiche. Tale servizio, conta attualmente già una cinquantina di casi studiati e sarà implementato ulteriormente durante il corso del 2018.

Lo staff

"Questi risultati sono stati ottenuti senza aumenti di risorse umane, la Radiologia di Portogruaro non ha mai lavorato così tanto e così bene – osserva il direttore generale della Ulss4, Carlo Bramezza -. L’aumento dell’attività a qualità del servizio invariata, è il frutto di una ottima organizzazione del lavoro, anche in orario notturno e festivo, da a parte del dottor Paolo Orlando in primis, affiancato da uno staff di Radiologia preparato e collaborativo, a cui vanno le congratulazioni mie e di tutta l’azienda".

Nel 2018 questa unità operativa sarà fornita di un nuovo mammografo digitale con tomosintesi, il quale, implementato con un dispositivo di centratura stereotassica, consentirà di recuperare in fase iniziale la diagnosi di alcune forme di tumori mammari, non intercettabili con altre tipologie di diagnostiche. L’anticipazione temporale della diagnosi di neoplasia al seno acconsente una migliore prognosi e con essa un’augurabile completa guarigione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento