"Caos treni causa neve? Falso: solo cattiva organizzazione". L'ira di Federconsumatori

L'associazione denuncia "una pessima gestione della Rete Ferroviaria Italiana, sempre più improntata sul trasporto ad alta velocità, a tutto discapito del pendolarismo"

Federconsumatori non ci sta a imputare alle cattive condizioni meteo i disagi causati dal caos treni giovedì. Quello che è accaduto a tanti viaggiatori, "in difficoltà per i ritardi o le soppressioni dei trasporti pubblici, - scrive l'associazione del Veneto - dipende da una scarsissima organizzazione della Rete Ferroviaria Italiana, sempre più improntata sul trasporto ad alta velocità, a tutto discapito del pendolarismo". E a questo proposito chiede un intervento della Regione del Veneto.

C'è la neve, cancellazioni annunciate ma mal digerite nel Veneziano "Servivano treni in più" 

Treni regionali e Frecce

"Se è vero che il gruppo FS ha reso nota, per la giornata di giovedì, l’attivazione del livello 'emergenza grave' del 'piano neve e gelo' - scrive Federconsumatori - perché invece di potenziare i servizi, per far fronte a una utenza accresciuta dai cittadini che devono rinunciare al trasporto privato, c'è stata una riduzione complessiva del 50%? Si affronta dunque la previsione di una possibile emergenza aumentando i disagi ai cittadini, e nello specifico ai pendolari, utenti del trasporto regionale, visto che al contrario per le Frecce, con partenza da Venezia, l’unica riduzione di operatività prevista è del 10%".

Emergenza

"Le condizioni meteo difficilmente appaiono configurare un livello di emergenza qualificabile come 'grave', quando nell’avviso dell’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del 28 febbraio si legge di nevicate 'deboli e sparse', o di 'fenomeni a tratti moderati', con accumuli di neve variabili da 'pochi centimetri' a 5-10 al più. Volendo anche qualificare questa condizione come di 'emergenza', va tenuto presente l’ampio anticipo con il quale era in previsione, tale da far auspicare comunicazioni più tempestive o quantomeno più efficaci"

Tanto meglio non è andata, spiega sempre l'associazione a difesa dei consumatori, sul versante dell'informazione e dei servizi. "Il sito risultava non disponibile", afferma, e continua: "si sono registrate segnalazioni di sale viaggiatori prive di riscaldamento". Annunciando di voler chiedere in proposito un intervento della Regione.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento