Cronaca

Rubati 140 metri di cavi di rame in stazione, treni in ritardo per un'ora

Il furto alla stazione di Castelfranco Veneto. Ripercussioni su tutta la linea che arriva a Venezia. Nove regionali coinvolti nei disagi

L'ennesimo furto di rame rende la giornata dei pendolari più difficile del solito. I delinquenti stavolta hanno colpito alla stazione di Castelfranco Veneto, trafugando circa 140 metri di cavi di "oro rosso" (come viene chiamato al mercato nero). La vicenda ha avuto ripercussioni su tutta la linea Venezia-Bassano, causando ritardi a nove treni regionali. Quest'ultimi non hanno rispettato la tabella di marcia arrivando a destinazione con ritardi da un quarto d'ora a un'ora.

Il problema è stato riscontrato dai sistemi di sicurezza alle 11. In casi come questo i segnali lungo la linea si predispongono al rosso e il guasto viene segnalato immediatamente alla sala operativa delle Ferrovie dello Stato. La circolazione prosegue, anche se rallentata, in totale sicurezza. Inevitabili però i disagi per i viaggiatori.

L’intervento delle squadre d’emergenza di Rete Ferroviaria Italiana, 15 tecnici dei vari settori specialistici interessati, ha permesso il reintegro del materiale rubato e il ripristino del corretto funzionamento degli impianti dopo circa un'ora. Il danno economico, dalle prime anticipazioni, sarebbe ingente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubati 140 metri di cavi di rame in stazione, treni in ritardo per un'ora

VeneziaToday è in caricamento