rotate-mobile
Cronaca

Treni: disagi continui in mattinata, poi sulla linea torna la normalità

Il ghiaccio ha bloccato l'alimentazione elettrica dei convogli tra Trieste e Monfalcone fino alle 12. Poi l'emergenza è rientrata anche nel Veneziano

I disagi sono continuati per tutta la mattinata. Il ghiaccio (causa bora) ha infatti continuato come lunedì a mettere i bastoni tra le ruote a quanti dovevano viaggiare in treno. I pendolari, però, stavolta erano stati avvisati: da Trieste i treni, almeno per le prime ore del mattino, non sarebbero partiti. Niente energia elettrica, quindi inevitabili ritardi.

IL MALTEMPO CONTINUERA' FINO A PASQUA

Se a Trieste si sono registrati i disagi maggiori, nel Veneziano non sono mancati ritardi e cancellazioni. Fino alle 12, quando, grazie anche a un aumento delle temperature, i tecnici di Trenitalia sono riusciti a ripristinare la linea di alimentazione elettrica tra Trieste e Monfalcone, prima completamente fuori uso dalle 7.30 di lunedì per "gelicidio".

Alle 11, dopo l’intervento delle ultime corse raschia-ghiaccio, è stata ripristinata la piena efficienza della linea sul binario in direzione Venezia e alle 12 anche di quello in direzione del capoluogo giuliano. La situazione quindi è tornata progressivamente alla normalità. I collegamenti tra Trieste e Monfalcone sono stati garantiti da alcuni convogli "minuetto" diesel (con partenze cadenzate ogni mezz'ora), che quindi non avevano bisogno dell'energia elettrica per viaggiare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni: disagi continui in mattinata, poi sulla linea torna la normalità

VeneziaToday è in caricamento