rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Chirignago / Parco Hayez

Rivoluzione al Parco Hayez, nuovi spazi per allontanare il degrado

Sabato pomeriggio l'inaugurazione con l'assessore all'Ambiente Bettin: "Più questi spazi sono vissuti e meno spazio c'è per i malintenzionati"

Diverse centinaia di persone hanno partecipato all’inaugurazione del nuovo corso del Parco Hayez tra Cipressina e Zelarino, vero cuore verde della zona. Sono stati riaperti gli spazi attrezzati, potenziati e riqualificati, con casette, bagni, barbecue. Il parco è stato affidato in gestione all’associazione “I sette nani” che da anni è impegnata in zona nella promozione di attività socialmente, culturalmente e ambientalmente qualificate. Si tratta del tentativo di strappare ai problemi di degrado e spaccio (recenti i due arresti di alcuni giovani sorpresi a cedere droga ai propri clienti) attraverso una riorganizzazione dell'area verde.

“E’ un modo per unire cittadinanza attiva e amministrazione", ha detto l’assessore comunale all’Ambiente Gianfranco Bettin, partecipando insieme al presidente della Municipalità, Maurizio Enzo, all’inaugurazione e annunciando, fra l’altro, l’ulteriore estensione del parco nell'area vicina, che verrà alberata con centinaia di nuove piante e allestita con apposite nuove attrezzature.

“I parchi sono luoghi di respiro, spazi di quiete e di buone attività. Più sono vissuti e frequentati da chi ha cuore tale uso virtuoso e meno c’è spazio per i malintenzionati, che a volte non mancano e che vanno isolati. Riprendersi i parchi, oltre che tutelarsi, pulirli e curarli, significa quindi dare spazio alla cittadinanza attiva che li rende luoghi sicuri e vitali”, ha concluso l’assessore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoluzione al Parco Hayez, nuovi spazi per allontanare il degrado

VeneziaToday è in caricamento