menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rivoluzione per le gondole in vista: catarifrangenti e targa a prua

Approvato dalla Giunta comunale il nuovo regolamento. Pope potrebbero anche svestirsi dell'abbigliamento tradizionale. Obbligo di droga test

In acqua ma sempre più dotate di caratteristiche "automobilistiche". Sta per scattare la rivoluzione per quanto riguarda le gondole. La Giunta di Ca' Farsetti, infatti, ha approvato il nuovo regolamento per il servizio pubblico di gondola. Tra le novità più appariscenti l'obbligo di una targa identificativa a prua, che permetterà di capire subito la licenza del conducente, e la presenza sullo scafo di catarifrangenti neri, invisibili di giorno, che permetteranno di essere visibili durante le ore notturne. Verranno posizionati a poppa.

Si tratta di due provvedimenti, come riportano i giornali locali, di cui si discuteva da vari mesi per migliorare la sicurezza e la navigazione lungo il Canal Grande, dopo l'incidente in cui morì Joachim Vogel lo scorso anno. All'orizzonte, però, potrebbe esserci anche un'altra rottura della tradizione per i pope. I gondolieri, infatti, durante la stagione fredda potrebbero indossare dei giubbotti catarifrangenti per poter essere più visibili di notte". In autunno l'obiettivo è di installare i catarifrangenti anche sui lati delle gondole da parada. Dopo un lungo dibattito che ha fatto discutere tutta la città, è stato inserito nel regolamento anche l'obbligo per i pope di sottoporsi a controlli periodici sul consumo di droga all'Ulss 12.

Dopo l'approvazione della Giunta, il provvedimento passerà al vaglio della commissione comunale sui Trasporti. Dopodiché l'approvazione da parte del Consiglio entro maggio, secondo l'auspicio dell'assessore alla Mobilità Ugo Bergamo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento