rotate-mobile
Cronaca Spinea

Frontale in Romea, indagato per omicidio colposo il conducente tedesco del furgone

Nell'incidente ieri sera aveva perso la vita una coppia di Spinea. L'iscrizione nel registro degli indagati un atto dovuto, la dinamica degli eventi appare chiara

Prime novità dalle indagini seguite al tragico frontale che ieri sera sulla Romea, all'altezza di Codevigo, è costato la vita a Mario Mazzuccato, 68 anni e alla moglie Morena Boscolo, 66 anni, entrambi di Spinea. Il conducente del Ford Tourneo, 57 anni tra un mese, originario e residente in Germania a Düsseldorf, è stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio stradale colposo plurimo. Un atto dovuto alla luce del dramma che si è venuto a verificare. Appare tuttavia abbastanza chiara la dinamica, scrive PadovaOggi. Dai rilievi effettuati dagli agenti della Polizia stradale del distaccamento di Piove di Sacco coordinati dal sostituto commissario Stefano Benetello, la moto Suzuki con in sella la coppia di Spinea, Mario Mazzuccato di 68 anni e la moglie Morena Boscolo di 66 anni, rientrando da Chioggia dove era andata a fare una visita ai parenti della donna, trovandosi di fronte in direzione Padova una lunga coda, avrebbe provato a saltarla rimanendo sul lato sinistro della carreggiata. Ad un tratto è probabile che si sia immesso in zona sorpasso un altro mezzo e i motociclisti per evitare l'impatto avrebbero sterzato verso la corsia opposta. Proprio in quel frangente è sopraggiunto il furgone con la famiglia tedesca e l'impatto è stato inevitabile. L'autista tedesco è stato sottoposto ad accertamenti clinici in ospedale, poi con la famiglia ha raggiunto Rosolina in taxi dove lo attendevano per una breve vacanza. 

La voce del sindaco

Oggi è espresso sulla vicenda anche il sindaco di Codevigo, Ettore Lazzaro, concentrandosi sullla prevenzione dei rischi: «Sono vicino ai familiari della coppia di Spinea morta tragicamente nello schianto ieri sera - ha dettto - Quando si verifica un incidente stradale mortale è inutile parlare, dobbiamo fermarci a riflettere e lavorare tutti insieme affinchè certe tragedie non debbano più verificarsi. Sono il primo a dire che è fondamentale lavorare sugli incroci presenti nella Romea creando rotonde in grado di monitorare maggiormente il traffico. Tuttavia l'incidente di ieri sera è avvenuto in un tratto di rettilineo. Anche ci fossero stati importanti correttivi alla viabilità, per la coppia di Spinea il destino sarebbe stato comunque segnato. Ecco perchè invito tutti gli utenti della strada a ricordarsi che una volta al volante bisogna avere una coscienza per salvarsi e non mettere a rischio neppure la sicurezza degli altri utenti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frontale in Romea, indagato per omicidio colposo il conducente tedesco del furgone

VeneziaToday è in caricamento