menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si sveglia e si scopre senza auto, a rubargliela era stato suo fratello

Aveva denunciato il furto ai carabinieri che grazie al gps della vettura, sono subito risaliti alla Fiat sottratta e portata a Trieste dal suo stesso parente

Si era svegliato e si era ritrovato senza più automobile, rubata nella notte. Ma i problemi per la denuncia e il ritrovamento non sono stati assolutamente paragonabili alla sorpresa provata dal derubato quando i carabinieri gli hanno riferito di aver scoperto sia dove si trova la vettura sia chi era il ladro: a far sparire la Fiat Bravo e a portarla fino a Trieste era infatti stato proprio suo fratello.

TRACCIA GPS – Tutto ha avuto inizio domenica mattina, quando un residente di via Valle Tagli, a Caorle, a pochi passi dal confine con Eraclea, si è svegliato per andare al lavoro ma, una volta pronto a partire, si è reso conto la sua auto era sparita dal parcheggio privato della sua abitazione. L'uomo ha subito sporto denuncia ai carabinieri, spiegando che il furto doveva essere avvenuto prima delle 6 del mattino e che l'automobile era in realtà fornita di un impianto gps, che avrebbe consentito ai militari di identificare la sua posizione. Il meccanismo satellitare ha infatti funzionato alla perfezione e dopo poco tempo il derubato ha infatti ricevuto una chiamata dal comando dell'Arma che segnalava che la vettura era stata ritrovata. La Bravo era stata portata a Trieste dal ladro, anch'esso scoperto dalle forze dell'ordine. Il responsabile del furto era proprio il fratello della vittima, che abita a poca distanza dalla casa di via Valle Tagli. L'auto è tonata quindi al suo legittimo proprietario, ma il pranzo di Natale in famiglia potrebbe non essere più molto piacevole.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento