Ruba i soldi della sorella inferma, ex carabiniere sotto accusa

Per tre anni avrebbe "ripulito" il conto corrente della donna, sottraendole quasi 96mila euro. Ora dovrà rispondere in tribunale del reato di peculato

Era l'amministratore di sostegno della sorella, una 63enne inferma incapace di disporre completamente del suo patrimonio, ma per anni non ha fatto altro che rubarle soldi, sottraendole quasi 96mila euro tra il 2007 e il 2010. Ora, come riporta la Nuova Venezia, il 59enne ex carabiniere originario di Conselve e residente Portogruaro dovrà rispondere delle sue azioni davanti alla giustizia: l'accusa infatti è quella di peculato, dato che l'uomo è un pubblico ufficiale.

SOLDI “FACILI” - Sarebbe stato il legale della donna a scoprire gli ammanchi sul conto corrente che, nonostante in passato avesse ricevuto un grosso risarcimento da una compagnia assicurativa per un incidente, ora risultava paurosamente “ripulito” senza autorizzazione del giudice tutelare. Parte quindi un querela all’autorità giudiziaria e la conseguente indagine: l'ex carabiniere, tra il 14 luglio 2007 e il 25 ottobre 2010, si era presentato spesso direttamente in filiale per ritirare i contanti o assegni la somma totale di 95mila 739,04 euro, con prelievi anche di 10 o 20mila euro alla volta.

RATE NON PAGATE – A scoperchiare il vaso di Pandora, in realtà, era però stata la casa di riposo dove la donna 63enne era ricoverata, che negli anni passati aveva fatto partire una causa civile per le quote mensili non pagate: sembra infatti che, mentre dissanguava la sorella, l'ex carabiniere si fosse dimenticato di saldare i conti con l'ospizio. Una causa era stata poi portata avanti anche dai candidati acquirenti dell'abitazione della donna, per cui il 59enne ex militare aveva infatti firmato un preliminare incassando una caparra, senza però andare al rogito per il trasferimento della proprietà. Il 25 ottobre 2010 il tribunale di Padova ha tolto l'amministrazione dei beni al fratello, il 5 febbraio di quest'anno invece la vicenda tornerà in aula nell'ambito del processo per peculato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento