menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri senza ritegno. Rubano gli angioletti dalla tomba della piccola

Ennesimo furto al cimitero di Spinea, stavolta ignoti hanno preso di mira addirittura la tomba di una povera bimba morta subito dopo il parto

Sparivano soprattutto rame e mazzi di fiori. Ora, al cimitero di Spinea, rubano perfino gli angioletti portata dalla mamma nella tomba della figlioletta morta subito dopo il parto. La piccola Desiree, come riporta La Nuova Venezia, era morta un’ora e mezza dopo la nascita a causa di un’asfissia. La terribile tragedia risale al 2012, la madre va praticamente ogni giorno a trovarla in cimitero e nei giorni scorsi ha trovato la brutta sorpresa. 

Due settimane fa era sparito un angioletto, martedì gli altri due. Ignoti hanno portato via quelle statuette con scarso valore economico ma alto, altissimo, valore simbolico e affettivo. Sulla sua tomba non ne è rimasto nemmeno uno. 

Dopo la tragedia più grande che una madre possa provare, dunque, ora anche l’affronto senza apparenti motivazioni. Da tempo la gente chiede maggior videosorveglianza in cimitero, a Spinea ma anche in molti altri Comuni limitrofi, perché negli ultimi anni è capitato più volte che sbandati si siano intrufolati (sfruttando l’assenza di telecamere) per rubare oggetti o per compiere inspiegabili ma vergognosi atti vandalici. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento