Cronaca Mestre Centro

Da venerdì è corsa ai saldi invernali. "Ma a Mestre 3 negozi su 4 sono già partiti"

Una "consuetudine più che consolidata", secondo Adico, che lancia la campagna "fotografa il tuo acquisto" per verificare la veridicità degli sconti nei negozi. I consigli

A pochi giorni dall’inizio dei saldi molti negozi propongono già gli sconti alla cassa oppure, tramite sms al cellulare, annunciano ai clienti più affezionati la possibilità di effettuare acquisti a prezzi inferiori. Lo rivela Adico, che, come ogni anno, ha monitorato alcune attività commerciali di Mestre e della grande distribuzione provando a testarne il comportamento in vista dei saldi invernali che partiranno venerdì.

"Rivedere le regole"

Ebbene, secondo l'indagine, su 11 negozi (6 di abbigliamento e 5 di calzature), solo in 3 non hanno accolto la richiesta di scontare la merce appena acquistata, 1 di abbigliamento e 2 di scarpe. "In pratica 3 commercianti su 4 concedono già sconti, anticipando di fatto il periodo di saldi. Tutto ciò – commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – va a discapito dei negozianti che si comportano in modo corretto ma dimostra anche che la legislazione sui saldi ha bisogno di una rivisitazione”.

La merce è davvero scontata?

Anche quest’anno l'associazione ha lanciato la campagna “Fotografa il tuo acquisto“, iniziativa che proseguirà anche giovedì, alla vigilia degli sconti. Chi ha intenzione di acquistare qualcosa in saldo, si armi di cellulare per immortalare l’articolo desiderato, inquadrando bene il prezzo. Poi torni nello stesso negozio a saldi iniziati e con una seconda foto potrà dimostrare e verificare la bontà, e la veridicità, dello sconto applicato. In caso di incongruenze, l’invito è quello di inviare le foto ad info@associazionedifesaconsumatori.it, specificando nell’oggetto “campagna fotografa il tuo acquisto”.

I consigli per non farsi "fregare"

Infine il vademecum per evitare brutte sorprese durante i saldi. 1) Non farsi prendere dalla frenesia del voler comprare a tutti i costi. 2) Fare sempre un giro di perlustrazione per essere sicuri di non comprare resti di magazzino. 3) Confrontare sul cartellino il prezzo vecchio con quello ribassato. 4) Verificare scrupolosamente le taglie riportate in etichetta ed eventuali difetti. 5) Nel caso di capi di abbigliamento provare sempre l’articolo. 6) Ricordare che i prezzi esposti vincolano il venditore che in cassa non può applicare sconti diversi da quelli dichiarati. 7) E’ bene sapere che il negoziante convenzionato con una carta di credito è tenuto ad accettarla sempre anche in periodo di saldi. 8) Accertarsi sempre che il prodotto esposto in vetrina e quello offerto in negozio coincidano. 9) Diffidate degli sconti superiori al 60%. 10) Non superare il budget che ci si era imposti per evitare ripensamenti una volta tornati a casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da venerdì è corsa ai saldi invernali. "Ma a Mestre 3 negozi su 4 sono già partiti"

VeneziaToday è in caricamento