rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Il salone nautico di Venezia a Dusseldorf, Brugnaro: «Venite a visitarlo in barca»

Presentata dal sindaco martedì, nel corso della 50esima edizione di Boot, la manifestazione che si terrà in Arsenale dal 18 al 23 giugno

Il Salone Nautico di Venezia sbarca a Dusseldorf nel corso della 50esima edizione di Boot, martedì. A presentare l'evento che si terrà in Arsenale dal 18 al 23 giugno prossimi, il sindaco Luigi Brugnaro. «L’Amministrazione comunale ha deciso di finanziare l'iniziativa - precisa il primo cittadino - e di agevolare tutti quelli che verranno a presentare le proprie barche e i propri progetti, così da unire l’industria produttiva all’arte e alla vitalità di una città che è stata presidio del mare Adriatico e del Mediterraneo».

Salone Nautico

Arte nautica

«Tra Venezia, il Veneto e la Germania c’è un legame storico profondo che vogliamo riscoprire per raccontare l’intima relazione che tutti abbiamo con il mare - dice Brugnaro -. Questa manifestazione è una grande iniziativa che coinvolge l’intera città e la Regione Veneto, con il presidente Luca Zaia in primis, e vuole essere un grande appello a tutto il popolo del mare. Non sarà, infatti, solo un salone dell’arte nautica internazionale, in sintonia con la Biennale, ma soprattutto un momento di ritrovo e aggregazione per famiglie e bambini».

La storia

«Nel logo del Salone Nautico di Venezia - ha continuato il primo cittadino - abbiamo volutamente richiamato il leone della Repubblica Serenissima e la V di Venezia: se San Marco era il cuore politico, Rialto l’anima commerciale, l’Arsenale non è stato solo il luogo militare e porta d’acqua della città, ma ha simboleggiato il presidio occidentale della nostra cultura e della nostra Europa. Lì si sono costruite le navi per la storica battaglia di Lepanto».

Il programma

L’invito – ha proseguito Brugnaro - è di venire tutti a Venezia con la propria barca e la propria famiglia. Sarà bello poter dire, un giorno, di aver partecipato alla prima edizione. Abbiamo programmato uno sviluppo del Salone su tre anni, perché pensiamo che venire a Venezia sia conveniente, non solo per i dealer, ma soprattutto per chi è già in barca nell’Alto Adriatico. Tutti insieme condivideremo la gioia e la festa del popolo del mare che si ritrova. Per questo motivo – ha concluso il sindaco -. Perché, come dice un vecchio proverbio, chi tocca il mare, tocca il mondo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il salone nautico di Venezia a Dusseldorf, Brugnaro: «Venite a visitarlo in barca»

VeneziaToday è in caricamento