rotate-mobile
Cronaca Jesolo

Pericolo in mare, interventi decisivi in extremis: tre salvataggi in spiaggia a Jesolo

Tre persone sono state tratte in salvo a pochi minuti l'una dall'altra: a precipitarsi in loro aiuto, giovedì mattina, i bagnini di Jesolo Turismo e il personale sanitario sul litorale

L'attività del personale di salvataggio sulle spiagge si fa sempre più intensa. Fortunatamente il bilancio di giovedì è positivo, perché grazie agli interventi sono state salvate ben tre vite umane sul litorale di Jesolo. Il primo caso è avvenuto all'altezza della torretta 34, a Cortellazzo, in prossimità della foce del Piave: un 70 enne ha accusato un malore mentre si trovava in acqua, ma è stato visto e prontamente recuperato dai bagnini di Jesolo turismo. Poi il trasporto in ambulanza all'ospedale cittadino.

Secondo intervento tra le torrette 23 e 24, tra piazza Milano e Torino. In questo caso un uomo di circa 50 anni è stato soccorso in pieno pericolo di annegamento: quando i bagnini lo hanno riportato a riva era in stato di incoscienza, ma le manovre di rianimazione cardiopolmonare hanno funzionato. Anche quest'ultimo è stato portato in ospedale. Infine, alla torretta numero 23, un 40enne italiano è stato visto annaspare in acqua, in prossimità del pontile: per lui, raggiunto dal personale di Jesolo turismo, non c'è stato bisogno di ricovero. È stato visitato dai sanitari del 118 sul posto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericolo in mare, interventi decisivi in extremis: tre salvataggi in spiaggia a Jesolo

VeneziaToday è in caricamento