Cronaca

Il vento all'improvviso diventa ingestibile, barca a vela soccorsa nella notte

L'intervento di capitaneria di porto e guardia di finanza al largo di Chioggia. A bordo dell'imbarcazione genitori e figlio, residenti nel Padovnao. Sono stati trasbordati

Sorpresi dal cambiamento delle condizioni meteo, decidono di chiedere aiuto alla capitaneria di porto per rientrare in sicurezza. È pervenuta esattamente un minuto prima delle 24 tra lunedì e martedì una richiesta di soccorso alla centrale operativa della guardia costiera di Chioggia, tramite il numero di emergenza 1530. Si parlava di una barca a vela in difficoltà all’interno delle acque lagunari marittime della città clodiense. Il natante, lungo 6 metri e mezzo e con tre persone a bordo, tra cui un bambino, si trovava al largo quando all'improvviso sono peggiorate le condizioni meteo. Il vento forte impediva la manovrabilità della barca.

Mettendo in pericolo l'incolumità dei tre passeggeri. Gli occupanti, residenti nel Padovano, molto impauriti e presi dal panico, sono stati soccorsi dal personale del battello pneumatico della guardia costiera GC B 73, che individuato il natante, ha accolto a bordo mamma e bambino, portandoli a terra in sicurezza. Nella zona delle operazioni è intervenuta anche una motovedetta della guardia di finanza di Chioggia che ha trainato in sicurezza l’unità da diporto, assistita nelle manovre da un membro dell’equipaggio del gommone della capitaneria di porto per scongiurare il pericolo di finire in secca a causa del forte vento. Il tutto è terminato, anche grazie al tempestivo intervento dei soccorritori, solo con un grosso spavento per gli occupanti, che non hanno necessitato di cure mediche.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vento all'improvviso diventa ingestibile, barca a vela soccorsa nella notte

VeneziaToday è in caricamento