menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In mare in balia della tempesta, in tre tratti in salvo dalla Capitaneria

Due uomini e una donna sono stati raggiunti lunedì sera da una motovedetta vicino alla foce del Po. Tanta paura per loro ma traumi lievi

Sono stati sorpresi dal cambiamento repentino del meteo mentre si trovavano a bordo della loro barca a vela. Tanta paura ma per fortuna pochi traumi per i tre occupanti che nel tardo pomeriggio di lunedì hanno chiesto aiuto alla sala operativa della guardia costiera di Chioggia. Raffiche di vento impetuose e mare molto mosso, impossibile governare in sicurezza il natante lungo circa otto metri con un piccolo motore entrobordo.

I tre, due uomini e una donna, erano partiti nellla mattinata dal porto di Izola, in Slovenia, ed erano diretti a Ravenna dopo aver partecipato domenica alla Barcolana a Trieste. Il peggioramento delle condizioni meteo ha spaventato terribilmente l’equipaggio che non è riuscito a guadagnare un porto rifugio in tempo e si è trovato in balia delle onde, con il solo timoniere in coperta e il resto dell’equipaggio sottocoperta a fornire indicazioni tramite GPS sulla posizione. Dalla sala operativa della capitaneria sono state date indicazioni di indossare i giubbotti di salvataggio e tenere a portata di mano i segnalamenti notturni di soccorso.

Nel frattempo dal porto clodiense è salpata la motovedetta S.A.R. CP 826 che percorrendo circa 25 miglia in condizioni certo poco favorevoli ha individuato dopo circa due ore l’imbarcazione che si trovava al traverso di Punta della Maestra a poche miglia di distanza dalla foce del Delta del fiume Po. Dopo vari tentativi di avvicinamento, l’equipaggio della motovedetta è riuscito ad affiancarsi al natante in difficoltà e ha trasbordato le tre persone. La barca a vela è stata lasciata sul posto dopo aver dato fondo all’ancora. All’arrivo a Chioggia alle 22 circa in piazzetta Vigo ad attendere le tre persone spaventate e infreddolite c’era un'ambulanza del pronto soccorso. Dopo essere stati visitati, i tre ravvennati sono stati dimessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento