rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Marghera / Via Giare

Pescatore finisce in secca di notte salvato dall'elicottero dei pompieri

Un 72enne giovedì sera è stato sorpreso dalla bassa marea. Ha passato la notte all'addiaccio e poi ha lanciato l'allarme. Leggera ipotermia per lui

Ha passato la notte all'addiaccio. Terrorizzato. La marea era contro di lui, il meteo pure. Un pescatore 72enne al calare dell'oscurità è finito in secca con la sua barca all'altezza di Giare di Mira, vicino a Porto San Leonardo. Il livello dell'acqua a un certo punto non è più stato sufficiente e il suo barchino si è insabbiato. Colpa della bora e del maltempo. Impossibile uscire da quella situazione da solo.

L'allarme è stato lanciato dallo stesso malcapitato alle 9.40 di stamattina. I mezzi della Capitaneria di porto non avevano la possibilità (per ovvi motivi) di raggiungere la zona, quindi l'unica alternativa percorribile era quella di raggiungere la laguna di Giare dall'alto, con l'elicottero. Il "Drago 81" dei vigili del fuoco è quindi decollato e in meno di venti minuti ha localizzato il barchino in secca.

Per recuperare l'anziano un pompiere si è calato grazie a un verricello di circa trenta metri. Ha raccolto il pescatore e lo ha portato in salvo. Il 72enne poi è stato ricoverato all'ospedale Dell'Angelo per accertamenti. Si trovava in un leggero stato di ipotermia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatore finisce in secca di notte salvato dall'elicottero dei pompieri

VeneziaToday è in caricamento