rotate-mobile
Cronaca San Donà di Piave / Via Carlo Vizzotto

Furto a San Donà, gestore di un bar aggredito con l'estintore dai ladri

Banda di malviventi torna sul luogo del tentato scasso delle slot machines di due notti prima. Il titolare, avvertito dall'allarme, era sceso per difendere il suo negozio armato con un bastone

Voleva difendere il suo bar dalle incursioni continue di una banda di ladri. A tutti i costi: anche solo armato di bastone contro cinque furfanti. Il titolare cinese di un noto bar di via Vizzotto, a San Donà di Piave, aveva pensato di potersi vendicare contro gli scassinatori che erano penetrati nel negozio qualche notte prima. Non poteva immaginare che la banda era composta da cinque uomini che, una volta sorpresi dopo l'allarme, hanno spruzzato tutto il contenuto di un estintore nel viso del gestore, mettondolo fuori combattimento.

Una violenza fine a sè stessa, tuttavia, quella perpetrata: analogamente a quanto successo due notti prima, la banda è scappata a mani vuote. Le slot machines, il solo obbiettivo del tentato furto, erano avvitate al pavimento, e nemmeno una banda di dieci persone sarebbero riuscite a smuoverle dal negozio. La vittima è stata soccorsa dai famigliari e poi accompagnata alla caserma dei carabinieri per sporgere la seconda denuncia in pochi giorni: i carabinieri solo ora alla ricerca di cinque uomini e un'auto scura di grossa cilindrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto a San Donà, gestore di un bar aggredito con l'estintore dai ladri

VeneziaToday è in caricamento