rotate-mobile
Cronaca San Donà di Piave / Via Unità D'Italia

San Donà: restaura la casa e trova un "tesoro" murato: 20 milioni di lire

Il proprietario di un'abitazione in via Unità d'Italia, come riporta Il Gazzettino, ha scoperto il pacchetto legato con uno spago dopo aver buttato giù un muro. Ora i soldi però sono carta straccia

Un colpo di fortuna arrivato troppo tardi. Peccato. Anni fa quei venti milioni di lire trovati letteralmente "murati" in una casa di San Donà di Piave avrebbero costituito un bel gruzzolo. La scoperta del "tesoro" in via Unità d'Italia, dove sorge un'abitazione del 1957, un tempo di proprietà dei coniugi Marion. Ora il proprietario è Andrea Adami, che ristrutturando la propria abitazione, lunedì scorso ha tirato fuori quel gruzzolo impacchettato nella pagina III dell'edizione di Venezia de Il Gazzettino di domenica 22 agosto 1993, come riporta lo stesso quotidiano.


All'interno del pacco, legato da uno spago, c'erano 207 pezzi da 100mila lire e uno da 50mila lire. Fino alla fine del 2011 le banconote sarebbero state convertite in euro. Ora, però, come spiega lo stesso proprietario, "ci tappezzerò una parete".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Donà: restaura la casa e trova un "tesoro" murato: 20 milioni di lire

VeneziaToday è in caricamento