rotate-mobile
Cronaca

A San Marco festa per famiglie e l'orgoglio degli indipendentisti

Come ogni anno una grossa folla si è radunata in Piazza San Marco. Numerose le bandiere e i vessilli che inneggiavano all'indipendenza di Venezia

25 aprile, giorno della Liberazione ma anche di San Marco. Quest'anno le due feste si sono unite e, come ogni anno, in migliaia si sono riversati in piazza per festeggiare il santo patrono.

Numerosi come sempre sono stati gli slogan che inneggiavano alla liberazione ma, in questo caso, del piccolo Veneto. "Veneto libero" e "Par tera, par mar, San Marco", sono stati i due gridi di battaglia più forti. Come ogni anno inoltre, è stato sventolato l'enorme bandiera con il leone di San marco, un vessillo di 12 metri per 24, che è stato donato ai Serenissimi da un imprenditore veneto anni fa.

I venetisti insomma, nel giorno di San marco, sono usciti allo scoperto con gonfaloni, bandiere e il consueto orgoglio. Molti sono giunti anche dalla provincia di Padova e, cartina alla mano, si son diretti verso Piazza San Marco. La folla era molto numerosa ma meno dello scorso anno, in pieno periodo di "referendum" e di liberazioni "post Tanko".

San Marco 25 aprile 2015

In piazza San Marco però, numerose anche le famiglie e i cittadini che volevano semplicemente festeggiare la giornata del "bòcolo". Venezia quindi, in un pomeriggio soleggiato di primavera si è trasformata nel centro dell'orgoglio veneziano, indipendentista e non.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Marco festa per famiglie e l'orgoglio degli indipendentisti

VeneziaToday è in caricamento