menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo i casi di scabbia entrano i Nas nella casa di riposo Mariutto

Lunedì mattina sono scattati gli accertamenti dei carabinieri, durati fino al primo pomeriggio. Si parla di "atto dovuto" per monitorare la situazione

Dopo i ripetuti casi di scabbia registrati nella casa di riposo "Luigi Mariutto" di Mirano, nella struttura mettono piede i carabinieri del Nas. Lunedì mattina, infatti, si sono presentati alla sede i militari dell'Arma, che hanno ispezionato i vari locali. Un sopralluogo durato a lungo, fino al primo pomeriggio. Si tratterebbe di accertamenti che non andrebbero al di là dell'ordinario, ma che comunque hanno l'obiettivo di far luce sulla situazione interna alla casa di riposo.

Al vaglio, come da prassi, procolli di sicurezza e d'igiene, per stabilire se qualcosa sia andato storto. Il controllo è stato predisposto dopo che nei giorni scorsi si sono segnalati almeno cinque casi di scabbia, tra anziani ospitati nella struttura vicina all'ospedale e personale di reparto. Ci sarebbero anche altri casi sospetti, su cui solo ulteriori analisi potranno far luce. Naturalmente i carabinieri hanno voluto vederci chiaro soprattutto sulla situazione in cui versa il nucleo "Sole" che si trova all'interno del residence Magnolia, dove si sono effettivamente registrati i casi di contagio denunciati dai sindacati. La dirigenza parla di un "atto dovuto". Secondo i rappresentanti delle forze dell'ordine non ci sarebbe alcun allarme in atto. Gli accertamenti sono scattati sulle base delle denunce e dei casi di scabbia documentati, dopodiché i risultati si sapranno solo nelle prossime settimane. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento