rotate-mobile
Cronaca

A malata di Sla arrivano i risultati degli esami di un'altra donna

Una 70enne veneziana si è vista recapitare in una busta a casa i risultati degli accertamenti di una 48enne mestrina. Vicenda finita in tribunale

Aspettava da tempo i risultati degli esami che aveva sostenuto. La busta arriva. E' quella dell'Ulss 12. Peccato che all'interno ci fosse un referto non suo, ma di una signora mestrina di 48 anni che certo non aveva nulla a che fare con la 70enne veneziana malata di Sla che si è vista recapitare a casa il plico.

Sulle prime la signora, come riporta il Gazzettino, non si sarebbe accorta dell'errore. Poi, però, la verità è venuta a galla nel momento in cui aveva letto la diagnosi d'ingresso riportata nel verbale di ricovero. La dirigenza sanitaria, contattata al telefono, avrebbe quindi ammesso l'errore, chiamando al cellulare anche la 48enne. La vicenda è finita davanti al Tribunale dei diritti del malato, che dovrà stabilire se vi sia stata o meno in quanto accaduto una violazione del diritto alla privacy.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A malata di Sla arrivano i risultati degli esami di un'altra donna

VeneziaToday è in caricamento