menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zelarino, tentata truffa a un'anziana. In due volevano entrarle in casa

Alla signora l'insolita richiesta di "misurare le tende" per conto della figlia. Mente lucida e sangue freddo della padrona di casa: "Allora dovete aspettare lei, qui non potete entrare"

“Buonasera signora... Siamo quelli che devono misurare le tende per conto di sua figlia, ci fa entrare?". Questa la domanda che si è vista fare una donna anziana donna di Zelarino, in questi giorni, da due individui che le hanno suonato alla porta di casa e le hanno chiesto di entrare. Sfortunati loro, lucida la signora: mantenendo il sangue freddo, la donna ha negato loro qualsiasi accesso in casa.

"Mi spiace, dovete attendere mia figlia allora", ha risposto, ricordandosi degli stessi consigli degli agenti di polizia letti alla mattina su un quotidiano locale. Proprio la polizia prende spunto da questa disavventura scampata dalla signora per far drizzare le antenne a tutti: "La scusa della tenda da misurare è nuova nella tecnica delle truffe. Per questo l'invito - spiega una nota della questura di Venezia - è ancora quello di non fare entrare estranei a casa propria e chiamare nel dubbio, immediatamente, i numeri di emergenza 112 e 113".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento