rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Non si ferma all'alt degli agenti, poi simula il furto del motorino

A finire nei guai un 51enne veneziano. Dopo la fuga ha pensato bene di recarsi in caserma al Lido per denunciare che il mezzo gli era stato rubato. L'indomani è stato pizzicato durante un controllo

Non si era fermato all'alt di una pattuglia della polizia locale di Casale sul Sile (Treviso), tentando perfino di investire uno dei vigili e dileguandosi poi a velocità sostenuta in direzione di Quarto d’Altino. Per cercare di non essere scoperto ha poi pensato bene di recarsi dai carabinieri per presentare denuncia di furto del mezzo usato per quella scorribanda.

È fallito miseramente il piano architettato da un 51enne veneziano, scoperto ben presto durante un controllo. L'uomo, al termine di un'indagine portata avanti dai militari della stazione di Casale sul Sile, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e simulazione di reato. La fuga all'alt dei vigili risale al 25 maggio, martedì scorso. Un paio d’ore dopo il 51enne si è recato presso la stazione dei carabinieri al Lido di Venezia, formalizzando denuncia di furto del motociclo, commesso da ignoti lo scorso 23 maggio.

Nella mattinata di mercoledì, durante un controllo svolto dai militari della stazione di Casale sul Sile, l'uomo è stato rintracciato mentre era con il motociclo di cui aveva denunciato il furto. Durante il controllo è risultato essere senza patente di guida, perché revocata, e sprovvisto di copertura assicurativa, motivo per il quale è stato anche sanzionato amministrativamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma all'alt degli agenti, poi simula il furto del motorino

VeneziaToday è in caricamento