menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venerdì è sciopero nazionale di quattro ore negli aeroporti: 500 voli a rischio

Il ministero aveva rinviato l'agitazione, ma il Tar del Lazio ha accolto il ricorso: aderiscono i dipendenti di Enav e il personale di Techno Sky, si protesta contro la riforma pensionistica

Lo sciopero negli aeroporti si fa: venerdì 17 giugno, dalle 13 alle 17, i sindacati autonomi Un.I.C.A. e Licta confermano l'iniziativa nazionale che, secondo gli organizzatori, provocherà la cancellazione di circa 500 voli. I controllori di volo, dipendenti Enav e personale di Techno Sky, incroceranno le braccia per protestare contro il problema pensionistico derivante dall’applicazione della legge Fornero, che, spiegano i sindacati, "determina un duplice sistema dove alcuni controllori possono accedere alla pensione al 60º anno di età e altri al 67º anno, pur perdendo anch'essi l'idoneità ad operare in frequenza al compimento dei sessant’anni, creando così una classe di esodati". Unica sciopera, invece, contro una "discriminazione contrattuale che la vede esclusa dalla contrattualistica pur rappresentando oltre il 50% del personale operativo".

La notizia arriva dopo che il Tar del Lazio ha sospeso l'ordinanza di differimento del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: il ricorso è stato proposto dai sindacati dopo che il ministero aveva già differito per due volte di seguito lo sciopero. Questo, spiegano le sigle sindacali, perché lo sciopero può essere rinviato solo se si ravvedano situazioni urgenti e straordinarie. In questo caso, lo stesso Tar non ne ha riscontrate le condizioni.

"Accogliamo positivamente questa notizia – sottolinea Gianluca Labigi, coordinatore nazionale di Un.I.C.A. – e speriamo che le nostre richieste vengano finalmente ascoltate: bisogna trovare una soluzione ad una situazione di evidente disagio del personale di Enav e del sindacato che maggiormente li rappresenta. Invitiamo tutti i passeggeri a contattare le compagnie aeree prima di recarsi in aeroporto al fine di limitare i disagi che inevitabilmente si verificheranno".

L'Enac ha provveduto a stilare e pubblicare sul proprio sito – www.enac.gov.it – la lista dei voli che, in base alla normativa vigente, devono essere garantiti durante lo sciopero, oltre a quelli che devono essere comunque effettuati nelle fasce orarie di tutela, dalle 7 alle 10 e dalle 18 alle 21. A causa dello sciopero, inoltre, potrebbero verificarsi disagi per i passeggeri nei terminal, maggiori tempi di attesa a bordo e, in generale, rallentamenti nei servizi di assistenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento