Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Casinò, non si ferma l'ondata di protesta dei dipendenti: stop al gioco all'1.30

Le segreterie sindacali hanno indetto uno sciopero particolare: astensione dal lavoro per 4 ore e mezza fino a fine luglio per i dipendenti a contatto con la clientela

Lo sciopero dell’1 luglio per i sindacati è stato un successo, ma l’ondata di protesta dei dipendenti del Casinò di Venezia non si ferma. Dall'inizio di luglio e fino alla fine del mese, infatti, i dipendenti della casa da gioco lagunare si asterranno dal lavoro in modo del tutto particolare, con una sorta di coprifuoco. Ad indire la protesta congiunta le segreterie veneziane di Slc-Cgil, Fisascat-Cisl, Snalc-Cisal, Rlc, Ugl-Terziario e Sgb. Lo sciopero durerà da martedì (4 luglio) a lunedì 31 luglio, per la "messa a repentaglio della casa da gioco, dei posti di lavoro, dei diritti sindacali".

Modalità della protesta. Nella fattispecie, per tutti i reparti a contatto con la clientela e turnisti, i dipendenti protesteranno dall'1.30 fino alle 6 della mattina, incrociando quindi le braccia per quattro ore e mezza. Tutti i dipendenti del Casinò che non intrattengano rapporti con clienti, invece, boicotteranno le ultime due ore di ciascun turno lavorativo. Alla protesta aderiranno i lavoratori di entrambe le sedi della casa da gioco veneziana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casinò, non si ferma l'ondata di protesta dei dipendenti: stop al gioco all'1.30

VeneziaToday è in caricamento