menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agosto "caldo" anche per il Casinò di Venezia: 20 giorni di scioperi dei dipendenti

Un'ora a inizio turno e un'ora e mezza alla fine per la gran parte del mese. Continuano le proteste dei lavoratori dopo quelle di luglio. Nel mirino la gestione dell'azienda e i tagli

Un lungo sciopero che prende il via anche prima del previsto: i sindacati hanno anticipato al 3 agosto la partenza dell'iniziativa che - come riporta Il Gazzettino - si prolungherà fino al 24 agosto. Stop la prima ora del turno la mattina e l'ultima ora e mezza, quindi chiusura anticipata la sera. Tra l'azienda e i rappresentanti dei lavoratori non c'è stato accordo e così le sigle sindacali hanno deciso di dare seguito alle agitazioni di luglio.

L'ultimo tentativo in questo senso è scaturito da Cgil, Cisl, Cisal, Rlc, Ugl e Sgb, che il primo agosto hanno scritto una lettera ai vertici della casa da gioco proponendo di incontrarsi per discutere delle questioni in ballo e avviare la procedura di raffreddamento. A quanto pare, però, la disponibilità del presidente Maurizio Salvalaio e del coordinatore Alessandro Cattarossi è stata limitata: eventualmente, dietro domanda scritta, o prima del 4 agosto o dopo il 28.

Per i sindacati si sarebbe trattato di un atto di sudditanza inaccettabile. Così i lavoratori sono tornati a incrociare le braccia, ribadendo i problemi che hanno portato a questa rottura che, al momento, pare irrisolvibile: per i sindacati, l'azienda ha uniteralmente disdetto il contratto di lavoro, imponendo un taglio dei salari molto più grave di quando era stato anticipato; ha cancellato i diritti dei dipendenti, distrutto le relazioni industriali; mentre la gestione è stata di fatto commissariata dalla proprietà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento